le mandorle

LE MANDORLE: LA STORIA

Le mandorle sono i semi commestibili del Prunus dulcis o Prunus Amygdalus.

L’origine delle mandorle risale alla prima parte dell’Età del Bronzo (dal 3000 al 2000 a.C.) ritroviamo i primi mandorli domestici in Libano e zone limitrofe. Esse risalgono addirittura dall’epoca del faraone Tutankhamon, infatti ne furono ritrovate persino nella sua tomba, molto probabilmente importate dall’oriente.

Nel bacino mediterraneo vi fu l’espansione del mandorlo anche se viene contesa tra due popoli: Greci e Fenici. In Italia, invece, possiamo affermare che la regione Sicilia è stata la prima ad ospitare sulle sue terre il mandorlo; anche se secondo alcune fonti pare che esistessero già delle specie amare di mandorlo spontaneo.

Nel tempo le mandorle vennero coltivate in tutta l’Europa, soprattutto nei paesi con clima mite.

Un consiglio per l’acquisto di mandorle di ottima qualità: “cercate e scegliete  solo mandorle di origine italiana”, in quanto vantano essere le migliori sul mercato per le qualità organolettiche che le contraddistinguono.

Tra le più note mandorle italiane ritroviamo:

La mandorla di Avola coltivata nella magnifica Sicilia e la mandorla di Toritto diffusa nella caratteristica terra di Puglia.

LE MANDORLE: PROPRIETA’

mandorle2

Come le nocciole, i pistacchi, le noci, gli anacardi e arachidi, le mandorle sono semi calorici (542 Kcal per ogni 100 gr), ma non per questo devono essere bandite dalle nostre tavole, anzi … per avere un toccasana quotidiano basta consumarne 30 gr al giorno.

Infatti le mandorle  contengono soprattutto acido oleico e acido linoleico, quest’ultimo è fondamentale per la salute del nostro cuore e il benessere generale del nostro organismo essendo un alimento altamente antiossidante che blocca la formazione dei radicali liberi.

Le mandorle sono inoltre ricche di vitamina E, potassio, polifenoli, fibre e  fosforo.

Non solo, un consumo regolare di mandorle, secondo alcuni studi, migliorerebbe l’insulina nel sangue.

Per poter assumere le proprietà integre del prodotto, sarebbe preferibile acquistarle ancora nel proprio guscio e consumarle entro l’annualità.

Inoltre è da sapere che la pellicina marroncina che avvolge il seme contiene sostanze in grado di stimolare il sistema immunitario e quindi ottime in inverno contro raffreddori ed influenze!!!

LE MANDORLE: UTILIZZO

Le mandorldolci di mandorlee sono semi molto versatili in cucina, infatti le possiamo utilizzare per fare ottimo latte di mandorla, biscotti, o sostituirle ai pinoli per il pesto e dare  quindi una punta originale in più, ma sono anche ottime nelle insalate, e perfino per la realizzazioni di ottime creme per la merenda o una ricca colazione!!!

In commercio oltre che trovarle ricoperte dal loro guscio, le troviamo in lamelle, e anche in farina. Quest’ultima è molto pratica per la preparazione veloce di alcuni dessert.

Sono protagoniste in tante ricette tipiche, come il torrone o i dolci di pasta di mandorle.

Questi preziosi semi non vengono solo utilizzati largamente nella nostra cucina, ma sono alleate in campo estetico per la bellezza della pelle; è noto, infatti, l’olio di mandorle essenziale per l’elasticità della pelle, la prevenzione delle smagliature ed emolliente in caso di arrossamento.

E’ da preferire in questo caso all’olio di mandorle BIO.

Ma dopo tutte queste virtù, che ne dite di provare con me una ricetta come sempre super veloce per ottenere così dei biscotti da consumare nella prima colazione??!!

 

Vi aspetto nella mia cucina per provarle insieme!!!

Clicca qui sotto per andare subito al video che ho preparato per te!!! :)

 

 

 

Daniela Terlizzi – “Cooking Coach”

Scrivi qui le tue domande

Scrivi qui le tue domande